Camera di commercio: cos’è, di cosa si occupa e a cosa serve

A seconda del periodo storico, nascono nuove istituzioni ed enti che trattano servizi a seconda dell’andamento economico della società. Uno degli enti più antichi, risalente al 1500, è la CCIAA (Camera di Commercio italiana per l’artigianato e l’agricoltura). La camera di commercio tutela i diritti delle imprese, si occupa di risolvere controversie e fornire specifiche attività. Un esempio sono la registrazione di un marchio o logo, consulenze o l’accesso a finanziamenti.

Come è nata la Camera di Commercio

Un prima forma di CCIAA nasce con i fori dei mercanti. Questa associazione di categoria dura fino al 1600. Con l’avvento di Napoelone, vengono fondati i Tribunali del commercio. Questi enti si occupavano del valore delle merci stabilendone i prezzi al peso. Un altro incarico era quello di verificare le monete e tenere libri contabili.

Le Camere di commercio sono diretta evoluzione dei Tribunali e si dividono in pubbliche e private. CC Pubblicistica – presente in Italia, è un ente a cui è obbligatorio iscriversi. Prevede l’incasso di una tassa e ha potere autoritativo. CC privatistica – Tipica dei paesi che hanno regole giuridiche come quelle Britanniche.

Le imprese non sono obbligate all’iscrizione. Esistono anche Camere di Commercio internazionali, dette bilaterali che uniscono aziende di stati differenti per favorirne gli scambi commerciali. In Italia il Registro delle Imprese è redatto proprio dalla CCIAA.

Iscrizione

Come già detto, l’iscrizione al registro delle imprese è obbligatoria per legge. Per la registrazione è sufficiente rivolgersi a quella della propria provincia. Solitamente la procedura prevede l’invio di moduli ed allegati via mail. La modulistica da compilare, i relativi documenti e la scadenza entro quale presentare domanda, sono illustrate nei siti web delle CCIAA.

La tassa di concessione governativa da versare è intorno ai 170 euro, più i classici 16 euro di marca da bollo da applicare su modulo originale.
Sono previste anche delle spese per i diritti di segreteria, di circa 30 euro.

Servizi

Trattandosi di un ente dedicato alle aziende, qui è possibile rivolgersi in qualsiasi caso di necessità. Gli ambiti sono svariati e riguardano principalmente 3 rami. Imprese, consumatori e scuole.

Nello specifico i servizi offerti riguardano:

  • Consulenze per le start-up su bilanci, avvi di impresa, normative e assistenza pratiche.
  • Consulenze specifiche per aziende artigiane.
  • Visure e certificati, bollature di libri e documentazione per l’estero.
  • Pagamenti come iscrizioni ma anche agevolazioni e rimborsi.
  • Assistenza in caso di truffa e sanzioni
  • Formazione e tutela ambiente
  • Esami e patentini per mediatori immobiliari,rappresentanti di commercio e periti.
  • Requisiti per attività di somministrazione e commercio di alimenti e bevande.
  • Alternanza scuola/lavoro per gli studenti.
  • Visite didattiche per le scuole.
  • Prezzi e borsa merci
  • Brevetti d’invezione, marchi, loghi e disegni.
  • Servizi per il consumatore: sicurezza dei prodotti,diritti dei consumatori, stesura contratti.
  • Servizi per le controversie condominiali.
  • Manifestazioni e fiere.
  • Tutela della concorrenza.

Per chiedere una consulenza le vie sono due: rivolgersi direttamente allo sportello o per via telematica. Prendere un appuntamento è certamente il modo migliore per ottenere tutte le informazioni dettagliate riguardo i nostri obiettivi.

Federica S. Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *