Utero retroverso: sintomi, cause e trattamenti

Nel corpo femminile, uno degli organi principali è l’utero, un’area molto delicata e fondamentale per una gravidanza: è formato da una parte fissa, il collo, e una mobile, il corpo, e normalmente si trova in una posizione rivolta verso l’alto o verso il basso all’interno del bacino, o ancora spostato leggermente in avanti verso lo stomaco. In alcuni casi, però, si presenta un’anomalia anatomica che viene chiamata utero retroverso, ovvero un utero che si inclina all’indietro puntando verso la colonna vertebrale invece che verso l’addome.

Questa condizione è presente nel 20% delle donne di tutto il mondo, e nonostante necessiti attenzione – e occasionalmente possa portare qualche sintomo doloroso – in generale non è un problema grave né una patologia, e non influisce in nessun modo sulla fertilità o sulla possibilità di avere una gravidanza sana. Leggi di più a proposito di Utero retroverso: sintomi, cause e trattamenti

Disturbi gastrici: quali sono i più comuni e come si curano

Nel quotidiano, a causa di ritmi sempre più frenetici, ansie e periodi stressanti è possibile imbattersi in una serie ampia di disturbi gastrici. Lo stomaco – e di riflesso la digestione – possono infatti essere messi alla prova dallo stress e da abitudini alimentari scorrette. Conoscere le cause e i possibili rimedi che ridonano sollievo a questo tratto dell’apparato digerente è il primo passo per ritrovare serenità e benessere. Leggi di più a proposito di Disturbi gastrici: quali sono i più comuni e come si curano

Periodo fertile femminile: come si calcola?

A differenza dell’uomo, che produce in qualunque momento della sua vita gli spermatozoi, le ovaie delle donne non producono sempre ovociti: succede solo una volta al mese, in quel periodo che viene definito periodo fertile femminile tra una mestruazione e l’altra, e soltanto fino alla menopausa, ovvero fino all’ultima mestruazione di una donna.

In questo periodo, un rapporto sessuale può fecondare l’ovocita della donna, e quindi calcolarlo può essere un grande aiuto sia per chi desidera una gravidanza, sia per determinare con una certa esattezza la data precisa di concepimento del bambino. Leggi di più a proposito di Periodo fertile femminile: come si calcola?

UniSalute numero verde 800: in quali casi si può chiamare, orari e costi

UniSalute è un’azienda leader nella gestione Fondi Sanitari Integrativi e delle Casse professionali e aziendali, ma anche di tutte quelle aziende italiane che hanno scelto di iscriversi ai loro servizi. Sono oltre vent’anni che l’azienda si occupa della tutela sanitaria dei suoi clienti, e lo fa grazie a un sistema di assicurazione sanitaria eccellente, che gli permette, grazie a un metodo innovativo, di gestire tutta una serie di servizi e di avere accordi con migliaia di strutture convenzionate sia in Italia che all’Estero.

Uno dei motivi per cui UniSalute è amata dai suoi 7 milioni di iscritti è la presenza di uno staff altamente specializzato che si dedica esclusivamente al supporto telefonico, che si può avere grazie al numero verde appositamente creato dall’azienda.

Inoltre è possibile accedere a tutti i servizi offerti da UniSalute attraverso la propria area privata direttamente online, e consultare dallo stesso portale quali strutture sono convenzionate, prenotare direttamente le visite e anche avere informazioni su eventuali rimborsi. Insomma, UniSalute riesce ad assistere i suoi clienti a 360°, facendo leva su un servizio clienti altamente sviluppato e estremamente efficiente. Leggi di più a proposito di UniSalute numero verde 800: in quali casi si può chiamare, orari e costi

Consigli e suggerimenti per mantenere i tuoi capelli sani e forti

La bellezza e la vitalità dei capelli, come è noto, dipendono tanto dallo stile di vita, quanto dal tipo di prodotti utilizzati per la loro detersione. Scegliere uno shampoo energico ma dolce e delicato, ricco di vitamine, sostanze antiossidanti e principi attivi di origine naturale, è la soluzione ideale per mantenere i propri capelli in buona salute. Leggi di più a proposito di Consigli e suggerimenti per mantenere i tuoi capelli sani e forti

Ipertrofia piccole labbra: di che cosa si tratta? Sintomi, diagnosi e trattamenti

L’ipertrofia vaginale è un problema che riguarda sempre più donne: si tratta di una malformazione congenita delle piccole labbra – quindi della zona esterna dei genitali, le pieghe di carne che chiudono la vagina – per cui per natura queste si presentano più grandi del normale: secondo gli studi più recenti viene considerata una vera e propria patologia, quindi anomala, una paziente che presenta delle piccole labbra la cui lunghezza superi i 2,5 centimetri.

Non si tratta di una malformazione grave, ma può avere alcuni aspetti negativi, prima di tutto dal punto di vista estetico e psicologico (in particolare nel rapporto di coppia), ma può anche causare irritazione cronaca, infezioni e micosi.

Se si soffre di questa malformazione, però, non c’è da temere: soprattutto negli ultimi anni si è posta sempre maggiore attenzione a questo tipo di problema, e oggi basta un’operazione di chirurgia plastica piuttosto semplice per eliminare la malformazione, rispettando completamente anatomia e fisiologia di questa zona delicata del corpo. Leggi di più a proposito di Ipertrofia piccole labbra: di che cosa si tratta? Sintomi, diagnosi e trattamenti

Lobectomia polmonare: di che cosa si tratta? Chi deve farla?

Tra le prime cause di morte in Italia, a oggi, purtroppo il tumore polmonare risulta essere in cima alla classifica. Fortunatamente però la medicina compie costantemente passi da gigante, ed è quindi possibile intervenire chirurgicamente negli stati precoci di questo tipo di tumore e avere così elevate possibilità di guarigioni: fondamentale è quindi fare prevenzione costante così che, nel peggiore dei casi si abbia questo tipo di male, si possa intervenire subito grazie a una diagnosi precoce.

Nel caso di un tumore polmonare in stato iniziale l’intervento previsto è la lobectomia polmonare, ossia l’asportazione di un lobo polmonare. Andiamo a capire nello specifico di che tipo d’intervento e in quali casistiche viene consigliato. Leggi di più a proposito di Lobectomia polmonare: di che cosa si tratta? Chi deve farla?

Dieta Dukan colazione: cosa mangiare? Fa bene?

Negli ultimi anni uno dei regimi alimentari che ha maggiormente spopolato è stata la dieta Dukan, ideata dal medico francese Pierre Dukan e finalizzata al dimagrimento veloce, proprio per questo molto in voga fra le celebrities.

Si tratta della proposta di un’alimentazione iperproteica sviluppata in quattro fasi diverse, ciascuna con degli obiettivi primari da raggiungere: la prima è la fase di attacco, in cui si perde peso rapidamente consumando soprattutto alimenti ad alto contenuto proteico, la seconda si chiama fase di crociera e, accanto alle proteine, prevede il reinserimento delle verdure per proseguire il dimagrimento fino a ottenere il peso forma.

A questo punto si entra nella fase di consolidamento, la più lunga, in cui s’iniziano a reintegrare gli altri alimenti ma con moderazione, e poi si passa all’ultimo step, la fase di stabilizzazione, che permette al corpo di fermarsi sul peso forma e di non recuperare i chili persi. Qualsiasi sia la fase della dieta, la colazione è un momento fondamentale e il pasto più importante dell’intera giornata: il dottor Dukan, infatti, consiglia di non rinunciare alla colazione, ma anzi di godersela e di variarla in base ai cibi permesse dalle quattro fasi. Leggi di più a proposito di Dieta Dukan colazione: cosa mangiare? Fa bene?