Dalle mascherine ai sacchetti: è boom dei prodotti di cotone

Il cotone è una fibra tessile che sta avendo un grande boom negli ultimi tempi. Il suo successo è dovuto principalmente alla sua versatilità e alla sua ecosostenibilità. Si tratta di un materiale di qualità, molto resistente e che si presta a differenti lavorazioni, basti pensare che di cotone è fatta la stoffa dei jeans, ma anche la spugna degli asciugamani e il filo di Scozia, un filato lucido e raffinato che può essere facilmente scambiato per seta.

Quando si parla di cotone, però, non deve venire in mente solo l’abbigliamento, poichè in quanto tale, questa fibra permette di creare qualsiasi cosa; alcuni esempi attuali sono le mascherine e i contenitori per vario uso, proposti dal portale sacchettiditessuto.it. Qui vengono proposti packaging di cotone di elevata qualità da utilizzare per diversi scopi.

Una tendenza attuale, infatti, è quella di prestare attenzione a ridurre l’inquinamento mediante anche l’utilizzo di imballaggi eco friendly. Il cotone, in questo caso, è la scelta giusta: optando per dei sacchetti per riporre i propri prodotti si ridurrà l’impiego della plastica e si permetterà al proprio brand di distinguersi dalla massa, questi sono ottimi anche per mettere via gli effetti personali e godere in casa o al lavoro di un ambiente pulito e ordinato.

Versatilità del cotone

Il cotone è un materiale completamente naturale infatti si ottiene dal rivestimento dei semi di una pianta della famiglia delle Malvaceae, chiamata in termini scientifici Gossypium. La sua provenienza dal regno vegetale fa essere questa fibra particolarmente delicata sulla pelle, infatti permette la traspirazione della cute e assorbe bene il sudore, non creando fastidiosi ristagni. Questa caratteristica rende il cotone ideale anche per la creazione di mascherine da utilizzare come presidio per preservare la salute della collettività e trattenere le goccioline di saliva rilasciate nell’ambiente da naso e bocca.

In molti luoghi è d’obbligo indossarla ma non tutti sopportano per molte ore di avere qualcosa che copra il viso realizzata in un tessuto sintetico: l’alternativa a ciò è senza dubbio quella di preferire le mascherine cucite in cotone. Questo materiale è particolarmente resistente, gli oggetti realizzati con esso riescono a sostenere molto peso ed è per questo che sono perfetti per la creazione di borse, shopper o tote bag da caricare a piacimento con la spesa, il PC o ciò che si vuole.

Il cotone sopporta egregiamente moltissimi lavaggi, quindi può essere utilizzato anche per anni mantenendo inalterata la sua forma e il suo aspetto originario. La versatilità di questa fibra permette di lavorarla in modi diversi per conferirle un finish grezzo o più liscio; in entrambi i casi, però, risulta essere perfetta per essere tinta o stampata, imprimendo immagini, loghi o messaggi in differenti colori.

Vantaggi di usare il cotone

I vantaggi di usare il cotone sono molteplici. Il primo è quello, come accennato, di poter impiegare più volte gli oggetti con esso realizzati senza che si danneggino. Un materiale del genere è perfetto per chi ha a cuore il futuro del nostro pianeta ma anche per chi vuole scegliere qualcosa che deve durare nel tempo. Attualmente, infatti, la filosofia di vita di molti è quella di avere dei prodotti di elevata qualità, da comprare una volta sola, senza il bisogno di sostituirli di frequente con oggetti nuovi.

Nel caso in cui, però, si decida di gettare via un manufatto in cotone si è certi che esso non contribuirà all’inquinamento del pianeta in quanto si tratta di un materiale ecosostenibile per due motivi. In primo luogo è 100% biodegradabile ciò vuol dire che, anche se dovesse essere abbandonato nell’ambiente, con il tempo, naturalmente, si sgretolerà in componenti che non sono più inquinanti ma possono essere reinseriti nel ciclo naturale. Dall’altro lato, però, c’è anche la possibilità di riciclare il cotone, quindi trattarlo con tecniche specifiche per dare origine a una nuova fibra che, a sua volta, permetterà la creazione di altri manufatti.

Marco Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *