Dieta Dukan colazione: cosa mangiare? Fa bene?

Negli ultimi anni uno dei regimi alimentari che ha maggiormente spopolato è stata la dieta Dukan, ideata dal medico francese Pierre Dukan e finalizzata al dimagrimento veloce, proprio per questo molto in voga fra le celebrities.

Si tratta della proposta di un’alimentazione iperproteica sviluppata in quattro fasi diverse, ciascuna con degli obiettivi primari da raggiungere: la prima è la fase di attacco, in cui si perde peso rapidamente consumando soprattutto alimenti ad alto contenuto proteico, la seconda si chiama fase di crociera e, accanto alle proteine, prevede il reinserimento delle verdure per proseguire il dimagrimento fino a ottenere il peso forma.

A questo punto si entra nella fase di consolidamento, la più lunga, in cui s’iniziano a reintegrare gli altri alimenti ma con moderazione, e poi si passa all’ultimo step, la fase di stabilizzazione, che permette al corpo di fermarsi sul peso forma e di non recuperare i chili persi. Qualsiasi sia la fase della dieta, la colazione è un momento fondamentale e il pasto più importante dell’intera giornata: il dottor Dukan, infatti, consiglia di non rinunciare alla colazione, ma anzi di godersela e di variarla in base ai cibi permesse dalle quattro fasi.

Dieta Dukan: cosa mangiare a colazione

Ma cosa mangiare precisamente a colazione se stai seguendo la dieta Dukan? Molto dipende dalla fase di percorso in cui vi trovate.

  1. Attacco. Se siete all’inizio della vostra dieta è il momento delle limitazioni maggiori: sono concessi, infatti, solo settantadue alimenti contenenti proteine animali, mentre sono vietatissimi i carboidrati. Qualche idea per la colazione, quindi, può essere un pasto salato a baso di bresaola, prosciutto sgrassato e formaggio, oppure del porridge preparato con crusca d’avena, acqua, yogurt magro, o ancora un uovo. Tutto può essere accompagnato da caffè o tè, tassativamente senza zucchero.
  2. Crociera. S’iniziano a reintegrare gli alimenti e vengono permesse ventotto tipologie di verdure, a patto che si alternino a giorni di sole proteine. Delle buone opzioni sono un budino preparato con 1 tuorlo e 300 millilitri di latte scremato, o una crêpes cucinata con un uovo e 70 millilitri di latte scremato.
  3. Consolidamento. Si cominciano a inserire gli alimenti vietati, e bisogna programmare dieci giorni di dieta per ciascuno dei chili persi. In questa fase per la colazione si possono consumare una fetta di pane integrale con formaggio, biscotti alla crusca d’avena, uno yogurt magro con frutta fresca o una fetta di torta a base di maizena, uovo e un cucchiaio di dolcificante.
  4. Stabilizzazione. A questo punto si può scegliere liberamente quali alimenti consumare anche a colazione. Attenzione però a non eccedere con zuccheri e grassi, a inserire sempre alimenti proteici e ad accompagnare il pasto con due cucchiai di crusca d’avena.

La dieta Dukan fa bene?

Chi l’ha provata giura che questa dieta sia miracolosa, ed è certo che questo tipo di alimentazione abbia i suoi effetti positivi, ma la dieta Dukan ha sollevato molte polemiche proprio perché non tutti i professionisti concordano sul fatto che faccia bene.

Secondo molti medici, infatti, introdurre troppe proteine nell’organismo potrebbe portare all’accumulo di sostanze nocive prodotte per bruciare i grassi del corpo e ricavarne energia. Essendo una dieta sbilanciata va fatta con una certa attenzione, e va evitata soprattutto in casi di donne in gravidanza, patologie renali, cardiovascolari o problemi di ipertensione.

Danila Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *