Gonalgia: cos’è, cause e rimedi

“Gonalgia” è il termine medico con il quale si indica un dolore al ginocchio, che può avere più svariate cause, in quanto quest’articolazione è molto complessa, e può colpire tutti, a prescindere dall’età.

I sintomi e le cause

Le ginocchia cono composte da diversi elementi, come i menischi, i legamenti, le cartilagini e le rotule, che possono essere soggette ad infiammazioni, artrosi ed a delle patologie sistemiche. Senza contare eventuali fratture o distorsioni, frequenti negli sportivi.

La gonalgia è, nello specifico, un dolore localizzato nel ginocchio, e può essere acuto o cronico. A seconda del dolore, la gonalgia si può associare a un versamento articolare, o a una neuropatia con rischi di frattura, come l’osteoporosi.

Si può comprendere, che le cause possono essere diverse, e sfociare in gonartrosi (atrosi del ginocchio), frattura del ginocchio, lesioni del menisco, rotture dei legamenti, sindrome femoro-rotulea, cisti di Baker, tendinite del tendine rotuleo, etc.

Tra i fattori di rischio, che possono favorire la comparsa della gonalgia, si possono includere:

  • l’obesità, in cui l’eccesso di peso provoca stress alle articolazioni, e favorisce processi degenerativi, come l’osteoartrosi, e si consiglia, per prevenire dei problemi, di seguire una dieta equilibrata;
  • traumi e fratture ripetute, provocate da sforzi eccessivi;
  • anomalie strutturali, come il ginocchio valgo;
  • l’età, che può essere correlata a problemi articolari, soprattutto dopo i 55 anni.

I rimedi

La cura per la gonalgia, ovviamente, può variare a seconda della causa, e nel caso che il dolore sia associato anche a brividi e febbre, è importante rivolgersi subito al dottore.

Se è associata ad un trauma, può bastare del riposo, l’applicazione locale del ghiaccio, e una cessazione delle attività che richiedono sforzi al ginocchio, e se necessario, il medico può utilizzare anche dei tutori.

Per evitare i traumi alle ginocchia e ad altre articolazione, è importante seguire degli esercizi regolari o praticare uno sport, come la bicicletta o il nuoto, proteggendo anche quest’area con delle ginocchiere.

A seconda dell’origine e della gravità, il medico, dopo un attento esame, che può comprendere anche radiografie e risonanze magnetiche, può prescrivere una cura che preveda esercizi di rinforzo e mobilizzazione muscolare e/o l’infiltrazione di sostanze dall’effetto condroprotettore, oppure antinfiammatori o farmaci per lenire il dolore.

In alcuni casi, la gonalgia può essere causata da tumori ossei, ed in quel caso può essere necessario sottoporsi ad un intervento e alle terapie previste per questa patologia, come la radioterapia o la chemioterapia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *