Marsupiale americano: caratteristiche dell’Opossum

Quando si parla di marsupiale si pensa sicuramente subito al canguro, ma questo animale non è l’unico a far parte della famiglia. Tra i marsupiali, infatti, c’è anche l’opossum originario del territorio della Virginia. Vediamone le caratteristiche.

Caratteristiche dell’opossum

L’opossum è un mammifero dal caratteristico mantello invernale. Solitamente è lungo dai 38 ai 51 centimetri e ha un peso compreso tra i 6 e i 9 chili.

Quello della Virginia, in particolare, è il più grande della famiglia dei marsupiali ed è caratterizzato da una pelliccia perlopiù grigiastra e bianca solo sul muso. Ha una coda prensile non pelosa che gli serve per appendersi ai rami e per trasportare piccoli oggetti e grandi orecchie senza peli. Il suo naso è lungo, schiacciato e di colore rosa mentre le zampe sono dotate di unghie chiare e cuscinetti plantari scuri. Infine, l’opossum ha 50 denti e pollici opponibili sprovvisti di artigli negli arti posteriori.

Dove vive l’opossum

L’opossum è l’unico marsupiale che si trova nelle zone dell’America del nord fino al Canada, ma è anche diffuso in America Centrale e in Messico. La sua espansione nel nord è sempre più diffusa. Il marsupiale è, infatti, stato introdotto in California nel 1910 e ora ha colonizzato anche altre zone a nord del continente.

I suoi antenati, però, erano originari del sud America.

Curiosità sull’opossum

Questi mammiferi hanno vita piuttosto breve. Le loro dimensioni e il loro tasso metabolico, infatti, non gli permettono di vivere a lungo. Allo stato brado vivono massimo un paio d’anni, mentre in cattività può arrivare fino a quattro.

L’opossum della Virginia è uno dei pochi mammiferi ad avere un numero dispari di mammelle. Esso è famoso per la sua abitudine a fingersi morto se si trova in pericolo, un’azione involontaria stimolata da una forte paura.

Gli opossum sono onnivori e mangiano perlopiù vegetali e animali, tra cui frutta e insetti.

Esattamente come i procioni, anche questi mammiferi si avvicinano spesso al contatto con l’uomo avventurandosi in città e rovistando nella spazzatura in cerca di cibo. Per questo sono spesso vittime delle autovetture.

Nonostante vengano spesso confusi con i topi, gli opossum non sono pericolosi come i roditori, non trasmettono malattie all’uomo e sono resistenti alla rabbia grazie alla temperatura corporea più bassa rispetto agli altri mammiferi. strade in cerca di cibo per animali, frutta o avanzi. Spesso rimangono vittima degli automobilisti.

Infine, curiosità ancora più divertente riguarda l’aspetto folcloristico legato a questo animale. L’opossum è, infatti, un simbolo molto ricorrente negli Stati Uniti e spesso in animazione viene riprodotto come un animale incivile o selvaggio. Il personaggio principale che si può ricordare è quello di Pogo, protagonista di una striscia a fumetti di Walt Kelly.

Marco Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *