Mega Search: cos’è? E’ legale? Guida pratica a come trovare i file

Appassionati di cinema, di musica, nerd e smanettoni vari da sempre passano al setaccio il web alla ricerca di link condivisi attraverso i quali è possibile scaricare gratuitamente le risorse oggetto di interesse. I più grandi ricorderanno sicuramente Torrent e MegaUpload. Mega Search non fa nulla di diverso: ricerca, agglomera e fornisce file grazie ai quali sarà possibile vedere film o ascoltare musica.

Con un’eccezione però, anche decisamente rilevante: Mega Search non è utilizzabile in Italia perché si basa sulla ricerca di link pirata. Il server DNS italiano ne ha bloccato l’accesso, sostanzialmente. Esiste però un modo per aggirarne l’invalidità e consultarlo comunque: basta cambiare i DNS. Ma vediamo prima cos’è e come si utilizza Mega Search.

Cos’è e come si utilizza Mega Search?

Alla luce di quanto detto finora, possiamo definire Mega Search come una sorta di motore di ricerca di materiale come film, musica o videogiochi. Basta digitare nell’apposita barra di ricerca la parola chiave interessata e Mega Search inizierà la sua ricerca.

A questo punto, sarà possibile filtrare i risultati a seconda delle esigenze e delle preferenze e addirittura quali file host tenere in lista, perché Mega Search attinge praticamente a qualsiasi tipo di file riscontrabile online. Ottenuti i risultati desiderati, bastarà scorrere la lista alla ricerca di quello che si vuole scaricare e cliccare quindi sull’opzione di download, che ci connetterà immediatamente al servizio di file sharing.

 È legale?

Rispondiamo subito a questa domanda nel modo più chiaro possibile: Mega Search non è legale, così come non sono legali tutti i servizi di file sharing che attingono a contenuti coperti da copyright per i quali è previsto l’acquisto presso le fonti di distribuzione ufficiali. Quello del download gratuito e pirata è un argomento fortemente dibattuto da sempre e che ha generato non poche polemiche.

Per proteggere il lavoro artistico, creativo, intellettuale, i DNS degli operatori italiani hanno reso inaccessibile il sito di Mega Search. Molti utilizzatori hanno pensato che fosse stato bloccato, ma in realtà non è proprio così. Basta cercare online in maniera un po’ più approfondita per rintracciare tutte le modalità di accesso alternative, che restano comunque pur sempre illegali.

L’accesso a Mega Search a questo punto si sostanzia nella modifica dei DNS, utilizzando modalità differenti a seconda che si utilizzi iOS, Windows o Android, connettersi all’indirizzo di Mega Search senza utilizzare gli apici e atterrare direttamente sulla pagina di ricerca. Altri due suggerimenti che possono aggirare la normativa prevista dai DNS degli operatori italiani sono far affidamento a una VPN o collegarsi ad Unblocksite per poi cercare direttamente da lì il sito di Mega Search.

Ovviamente teniamo a precisare che non sono pratiche legali e che si tratta sempre di un aggiramento della legge prevista che riconduce alla diffusione e all’accesso di materiale pirata. Lo fanno tutti? Lo fanno in molti, certo. E lo si fa da ormai tantissimo tempo, ma quella sulla diffusione illegale di link pirata resta comunque una questione aperta sulla quale probabilmente ci saranno sempre nuove restrizioni.

Danila Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *