Ortodromia: formule e dove trovare esercizi svolti

Con “ortodromia” s’intende una linea che segna il cammino più breve da un punto all’altro, su una superficie sferica, corrispondente ad un massimo arco di cerchio. Di solito, è un termine che viene usato per indicare la modalità di rotta di un aeromobile. Per calcolare queste rotte, esistono delle formule specifiche.

Alcuni potrebbero pensare che per calcolare la rotta, oggi come oggi, può bastare un GPS o un pilota automatico per la navigazione, ma questi sono utili solo per navigare su una rotta, non per tracciarla.

Le formule

Nel campo della navigazione, l’ortodromia di un percorso ha il vantaggio di calcolare la distanza più breve da un punto di partenza ad uno di arrivo, ma ha lo svantaggio di non incontrare o tagliare i meridiani nello stesso angolo.

Prima di passare allo studio dei problemi dell’ortodromia, bisogna considerare i teoremi di trigonometria sferica che possono stabilire le corte di una nave o di un aereo, come i teoremi di Eulero, dei seni e delle Cotangenti.

Tenendo conto di questi teoremi, si potranno affrontare i problemi ortodrometici, che vanno dal calcolo della distanza di un punto alla sua risoluzione. Si inizia calcolando le coordinate del vertice, interno o esterno che sia.

Oltre alle formule matematiche, bisogna tenere conto di alcuni principi fisici, misurati tramite delle tecniche nautiche, come la magnetostrizione, il principio per cui alcuni materiali si contraggono e si espandono se messi in un campo magnetico, o la piezoelettricità, la proprietà di alcuni cristalli che generano una differenza di potenziale. Occorre anche avere a disposizione delle tavole nautiche.

Gli esercizi svolti

Alcuni esercizi svolti di ortomedria, sono disponibili online, in particolare sul sito navigazione.altervista.org, che comprende, in particolare:

  • quelli di rotta e cammino, che pone degli esempi di calcolo da una rotta all’altra, applicando i teoremi di Eulero e delle contangenti;
  • quelli sulle coordinate dei vertici, considerano sempre la latitudine e la longitudine;
  • quelli sulla spezzata lassodromica, che calcolano le coordinate dei punti della spezzata, usando il metodo delle coordinate del vertice.

E’ possibile, trovare anche dei calcolatori online che possono stabilire le miglia di distanza tra due punti, inserendo la latitudine e la longitudine, come quello presente sul sito di agopax.it

I calcoli ortodromici, si basano soprattutto sulla rotta iniziale, e per calcolare quest’ultima, si possono usare due metodi:

  • il metodo analitico, che consiste nell’usare una calcolatrice;
  • tracciare una rotta su una corta

Marco Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *