Patate dolci al cartoccio: come realizzarle? La ricetta

Cosa c’è di più americano delle patate dolci al cartoccio? Questo particolare tipo di tubero, infatti, è un alimento tradizionale dell’America rurale, amatissimo per la sua consistenza farinosa e pastosa, e per il gusto dolcissimo che, la maggior parte delle volte, viene stemperato dall’accompagnamento con la panna acida.

Ormai le patate dolce si sono diffuse in tutto il mondo, e vengono coltivate anche in regioni come il Lazio, la Puglia e la Sicilia: a contraddistinguerle dalla patata classica la loro forma ovale, un po’ allungata, e il colore della polpa, che normalmente è di un arancione molto acceso per l’elevata concentrazione di vitamina A e C.

Ricche di amido, e dal sapore dolce che ricorda le zucche, le carote e le castagne, le patate dolci sono ottime da mangiare condite con burro e sale, come base per sformati e in versione chips. La preparazione più tradizionale, però, è quella al cartoccio, con condimento di panna acida e erba cipollina. Ovviamente vi ricordiamo che, in assenza di patata dolce, è possibile realizzare questa squisita ricetta anche con le patate normali.

Gli ingredienti necessari

  • Patate dolci (una a testa)
  • Olio
  • Sale
  • Pepe
  • Erba cipollina

Per la panna acida

  • 250 g Panna fresca liquida
  • 70 g Yogurt bianco naturale intero

Il procedimento guidato

Per prima cosa iniziamo ad accendere il forno per riscaldarlo, a 200°C e in modalità statica. Mentre il forno si riscalda, iniziamo a lavare le patate sotto l’acqua – una a testa, in base a quante persone siamo a cena – grattiamo la buccia con uno spazzolino, e poi asciughiamole delicatamente con un panno.

Adesso prendiamo una forchetta, e con la punta andiamo a praticare dei fori lungo i bordi di tutte le patate, poi andiamo ad avvolgere singolarmente ogni patate in un foglio di carta da forno (in alternativa, se non ne abbiamo, possiamo usare anche la carta stagnola).

Ora è il momento della prima infornata: mettiamo al forno le nostre patate e facciamole cuocere per circa 45 minuti. Passato questo primo periodo di cottura tiriamo fuori le patate dal forno, srotoliamo il cartoccio e tagliamo a metà, sulla parte lunga, le patate, lasciando però un’attaccatura sul fondo.

Versiamo un goccio d’olio, saliamo e pepiamo e andiamo a infornare nuovamente tutto, lasciando cuocere per altri 15 minuti. Ricordiamoci che, se le patate sono molto grandi, serviranno altri dieci minuti di cottura: in generale, regoliamoci verificando la consistenza della patata con una forchetta, perché sarà pronta quando riusciremo a inserire la forchetta senza ostacoli.

Una volta cotte e tirate fuori dal forno, le lavoriamo leggermente con la forchetta e le andiamo a condire con la classica panna acida e una spolverata di erba cipollina.

E per un risultato ancora migliore, possiamo preparare in casa anche la panna acida: il giorno prima della serata prescelta per le patate, andiamo a versare la panna liquida in una ciotola insieme allo yogurt, per poi frustare insieme tutti gli ingredienti. Copriamo con un canovaccio pulito e lasciamo riposare, a temperatura ambiente, per 24 ore.

Passato il tempo di posa, mescoliamo velocemente il composto con un cucchiaio, e poi trasferiamo tutto in un vasetto di vetro: ora la panna acida è pronta a condire le nostre patate dolci al cartoccio!

Danila Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *