Le prelibatezze della cucina messicana: cosa si mangia in Messico?

La possibilità di aprirsi a nuove esperienze culinarie fa sempre piacere e, ogni giorno, molti sono i curiosi che vogliono sperimentare cucine diverse dalla propria. Negli ultimi anni, oltre alla cucina Giapponese, sis ta facendo sempre più strada quella messicana. La cucina etnica messicana risente parecchio delle tradizioni culinarie caraibiche, americane e francesi, in base soprattutto al paese che si visita.  In Europa la cucina più diffusa prende il nome di “tex-mex” e nasce dall’unione della cucina messicana con quella Texana, in maniera specifica questa cucina, ha la specialità di essere adatta a tutti quanti anche ai vegetariani, dato che moltissimi piatti tipici sono caratterizzati da verdure, alimenti proteici e molte varietà di fagioli. In maniera del tutto generica, la cucina messicana ha alla base l’utilizzo del peperoncino, uno dei più piccanti, l’habanero, solitamente considerato in aggiunta a diverse salse. I messicani hanno l’usanza di accompagnare diverse pietanze con salse, le quali vengono impiegate spesso per calmare l’eccessivo grado di piccantezza.

Tortillas, riso e fagioli…che bontà!

Una delle principali attrattive della cucina messicana, è la puntuale presenza di alcuni piatti, serviti sempre con tortillas, riso e fagioli. Le tortillas sono specialità caratteristiche della cucina messicana, somigliano molto alle piadine bologhesi, sono infatti piadine di farina di mais e vengono utilizzare come pane, quasi come se fosse un accompagnamento. Tutto questo avviene tranne per i burritos, in cui le tortillas sono una cera specialità, insieme all’enchiladas e ai tacos. Il burrito invece è composto principalmente da tortillas arrotolate e ripiene di carne cotta, con cipolla, salsa piccante e spezie. Tra le tante altre prelibatezza ci sono le quesadillas, ovvero delle tortillas sapientemente farcite con del formaggio. Spesso le quesadillas sono utilizzate come antipasto. Infine le tortillas vengono anche impiegate per il momento della colazione e per diversi spuntini: le chilaquiles sono farcite con un composto molto ricco di salsa di pomodoro, pollo, formaggio, uova e carne macinata.

La salsa guacamole

Una delle salse più utilizzate in messico è la salsa guacamole, a base di avocado, cipolla, limetta, pomodoro e un pizzico di coriandolo. Questa salsa viene utilizzata per accompagnare e insaporire, in egual modo, le pietanse insieme alle salse piccanti e al peperoncino. è una salsa simbolo, che utilizza un frutto ricco di oli essenziali e, quindi, incredibilmente salutare. Il ristorante messicano di Roma offre l’opportunità di gustare tutte le prelibatezza di un continente molto diverso dal nostro, ma che vive di molte influenze spagnole e della magia tipica del mediterraneo.

Marco Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.