Finocchio in gravidanza: fa bene o fa male?

La gravidanza è un momento speciale della vita di una donna, ma è anche un momento molto delicato, in cui il fisico cambia e l’organismo attraversa un periodo particolare.

Proprio per questo, si deve stare attente ad assumere particolari alimenti, che potrebbero essere dannosi per il bambino che si porta in pancia: uno di questo alimenti è il finocchio, che normalmente ha grandi proprietà benefiche, ma che nel periodo della gravidanza potrebbe avere delle controindicazioni.

Il consiglio è sempre quello di rivolgersi al proprio medico, di sentire i suoi consigli di esperto e di valutare con lui cosa è meglio per il proprio corpo. Leggi di più a proposito di Finocchio in gravidanza: fa bene o fa male?

Cacca verde: cause, diagnosi, trattamenti e rimedi naturali

Per sapere se il nostro corpo sta funzionando bene e se siamo in salute, non c’è niente di più indicativo delle feci: il loro colore, soprattutto, è profondamente indicativo riguardo al nostro stato di salute e, nella norma, corrisponde al marrone.

Ma cosa succede se ci capita di produrre feci verdi? Bisogna preoccuparsi? Andiamo a scoprire perché avviene questo cambiamento del colore delle feci e come possiamo occuparcene, sia con metodi naturali sia con metodi più classici. Leggi di più a proposito di Cacca verde: cause, diagnosi, trattamenti e rimedi naturali

Detersione del viso: tutti i vantaggi di usare l’acqua alle rose

La pelle del viso è da sempre sottoposta a un forte livello di stress. Agenti esterni, inquinamento, trucco spesso si vanno poi a sommare alle problematiche personali come secchezza o irritazioni. Dalla cosmesi però arriva in soccorso l’acqua alle rose, che, se utilizzata con costanza e attenzione, può donare notevoli benefici. Una soluzione che presenta diverse proprietà interessanti per il benessere fisico della pelle. Leggi di più a proposito di Detersione del viso: tutti i vantaggi di usare l’acqua alle rose

Test di gravidanza: quando farlo? Tipologie e prezzi

Il test di gravidanza è un esame che si effettua quando si ha il sospetto di una possibile gravidanza: grazie al test, infatti si riesce a misurare l’ormone Beta HCG, o Gonadotropina Corionica Umana, che viene prodotto dalle cellule di quella che diventerà la futura placenta fin da subito dopo il concepimento, quando l’embrione va a impiantarsi nell’utero.

Questo ormone, riscontrabile nell’urina o nel sangue, generalmente è assente nella donna non fecondata, e quindi il risultato del test è quasi completamente affidabile: i falsi positivi sono molto rari, mentre a volte è possibile avere dei falsi negativi se il test si effettua troppo presto. Andiamo allora a capire quando è il momento giusto per effettuare il test di gravidanza e ad analizzare i diversi tipi di test a cui possiamo fare affidamento. Leggi di più a proposito di Test di gravidanza: quando farlo? Tipologie e prezzi

Allattamento al seno: vantaggi, quando farlo e quando smettere

Quando arriva il momento successivo al parto, le domande maggiori delle neo mamme riguardano l’allattamento del bambino, la sua durata e le sue modalità. La Società Italiana di Neonatologia è molto chiara in merito a questo argomento: a meno che non ci siano complicanze fisiche, è sempre bene allattare al seno il proprio bambino, proprio perché questo gesto è la prosecuzione del legame che si è creato durante la gravidanza: tutte le mamme hanno la capacità di produrre latte, un alimento naturale dal massimo potenziale che aiuta il piccolo a nutrirsi in modo completo e a proteggersi da molte malattie, ma che ha dei benefici anche per la donna. Leggi di più a proposito di Allattamento al seno: vantaggi, quando farlo e quando smettere

Utero retroverso: sintomi, cause e trattamenti

Nel corpo femminile, uno degli organi principali è l’utero, un’area molto delicata e fondamentale per una gravidanza: è formato da una parte fissa, il collo, e una mobile, il corpo, e normalmente si trova in una posizione rivolta verso l’alto o verso il basso all’interno del bacino, o ancora spostato leggermente in avanti verso lo stomaco. In alcuni casi, però, si presenta un’anomalia anatomica che viene chiamata utero retroverso, ovvero un utero che si inclina all’indietro puntando verso la colonna vertebrale invece che verso l’addome.

Questa condizione è presente nel 20% delle donne di tutto il mondo, e nonostante necessiti attenzione – e occasionalmente possa portare qualche sintomo doloroso – in generale non è un problema grave né una patologia, e non influisce in nessun modo sulla fertilità o sulla possibilità di avere una gravidanza sana. Leggi di più a proposito di Utero retroverso: sintomi, cause e trattamenti

Disturbi gastrici: quali sono i più comuni e come si curano

Nel quotidiano, a causa di ritmi sempre più frenetici, ansie e periodi stressanti è possibile imbattersi in una serie ampia di disturbi gastrici. Lo stomaco – e di riflesso la digestione – possono infatti essere messi alla prova dallo stress e da abitudini alimentari scorrette. Conoscere le cause e i possibili rimedi che ridonano sollievo a questo tratto dell’apparato digerente è il primo passo per ritrovare serenità e benessere. Leggi di più a proposito di Disturbi gastrici: quali sono i più comuni e come si curano

Periodo fertile femminile: come si calcola?

A differenza dell’uomo, che produce in qualunque momento della sua vita gli spermatozoi, le ovaie delle donne non producono sempre ovociti: succede solo una volta al mese, in quel periodo che viene definito periodo fertile femminile tra una mestruazione e l’altra, e soltanto fino alla menopausa, ovvero fino all’ultima mestruazione di una donna.

In questo periodo, un rapporto sessuale può fecondare l’ovocita della donna, e quindi calcolarlo può essere un grande aiuto sia per chi desidera una gravidanza, sia per determinare con una certa esattezza la data precisa di concepimento del bambino. Leggi di più a proposito di Periodo fertile femminile: come si calcola?