Denti gialli: quali sono le principali cause? Consigli e rimedi

I denti gialli sono motivo di disagio nella maggior parte delle persone che ne soffrono. Oltre a rendere poco piacevole l’aspetto della bocca e del sorriso, i denti gialli possono incidere negativamente sull’igiene personale. Non a caso, il sorriso è una delle prime cose che si guarda quando si comunica con qualcuno e in queste situazioni avere dei denti gialli non è proprio un buon biglietto da visita. I denti bianchi e sani valorizzano l’aspetto della persona e sono sinonimo non solo di pulizia ma anche di salute dentale.

Un sorriso che invece, mostra denti gialli, macchiati e opachi trasmette un’immagine di scarsa cura di sé e poca igiene. Non sempre però le macchie gialle sono legate a una scarsa igiene orale, spesso sono anche causate da uno stile di vita poco sano e da una scorretta alimentazione. Andiamo a vedere quali sono le principali cause e come potere intervenire per avere sempre denti bianchi e lucenti.

Quali sono le principali cause?

L’ingiallimento dei denti può avere diverse cause e non sempre sono facili da individuare. Anche una persona che pratica con regolarità un’accurata igiene orale può notare delle macchie sui propri denti. Questo avviene perché i pigmenti che sono contenuti in alcuni cibi, come liquirizia, caffè, tè, cioccolato, caramello e bibite colorate, possono rimanere sugli strati superficiali dello smalto o, in alcuni casi raggiungere in profondità la dentina.

Anche il tabacco da masticare può favorire un progressivo ingiallimento dei denti, così come il fumo delle sigarette. Il risultato sono denti macchiati, opachi e poco gradevoli da vedere. Oltre a una scorretta alimentazione, l’ingiallimento può essere riconducibile a depositi di placca e tartaro. Le carie infatti, si possono presentare sotto forma di piccole macchie gialle sui denti danneggiati.

A questo proposito, ricordiamo che una scarsa igiene orale può favorire non solo la formazione delle carie ma anche l’ingiallimento dei denti. Con l’avanzare dell’età aumenta l’alterazione del colore inziale dei denti, che spesso tende a diventare giallo pallido o marroncino. Il colore dei nostri denti dipende molto dallo spessore dello smalto e dalla dentina sottostante.

Perché si formano le macchie sui denti?

La bocca è il luogo in cui ogni giorno transitano e risiedono cibi e bevande, e tutto ciò che ingeriamo, mastichiamo e beviamo può dare vita alle macchie sui denti. La motivazione risiede nelle pigmentazioni colorate che sono presenti in alcuni cibi e bevande, ma anche per la presenza di minerali e sostanze chimiche contenute in alcuni medicinali. Tutte queste sostanze possono attaccarsi allo smalto dentale macchiandolo non solo a livello superficiale ma anche in profondità.

Chi lamenta la presenza di macchie si rivolge al dentista chiedendone la rimozione, ma in alcuni casi si può ricorrere anche all’utilizzo di rimedi naturali, prodotti specifici e rimedi casalinghi come il bicarbonato, la salvia e altre sostanze abrasive, risultano essere troppo aggressive a tal punto da potere a lungo andare anche corrodere lo smalto. Il consulto del medico è il primo passo da compiere per capire quale prodotto può essere utile per riacquistare il bianco e la lucentezza dei propri denti.

Macchie gialle: come rimuoverle? l’importanza dei dentifrici sbiancanti

Le macchie gialle sono un inestetismo molto diffuso e la maggior parte delle volte il colore giallo che risiede sui denti si crea con il passare del tempo a causa dell’assunzione di alimenti e bevande come caffè, cacao e tè. Il vino rosso così come il tabacco da masticare possono lasciare il colore giallognolo così come il vizio del fumo che rende opachi e gialli i denti per la presenza del catrame. In ogni caso, l’eliminazione delle macchie è un trattamento che richiede l’intervento di un dentista insieme al quale valutare anche l’utilizzo di prodotti specifici.

In commercio esistono tanti prodotti che sono utili per una corretta igiene dentale, uno fra questi è la polvere Bio Smile, che viene consigliata da molti esperti e ben apprezzata anche dagli acquirenti. Un prodotto innovativo che sembra essere in grado di igienizzare, sbiancare e lucidare i denti senza contenere al suo interno, come affermato dall’azienda produttrice, sostanze abrasive per lo smalto. Online si possono consultare numerose recensioni positive a cui si affiancano alcune non del tutto positive, se ne sei alla ricerca puoi consultare le recensioni negative su biosmile.

Una corretta igiene orale quotidiana, coadiuvata dall’utilizzo di prodotti come Bio Smile, e visite periodiche dal proprio dentista possono aiutare ad avere sempre denti puliti e privi di macchie. Ricorda anche di prestare attenzione alla tua alimentazione e di chiedere consiglio al tuo medico sulla scelta degli alimenti da potere consumare senza incorrere nel rischio di macchiare i tuoi denti.

In un fumatore possono essere rimosse attraverso speciali sedute di pulizia con particolari tecnologie sbiancanti oppure con una pulizia profonda per eliminare placca, accumuli di tartaro e paste lucidanti naturali. Per chi volesse un risultato più sbiancante ed evidente si può ricorrere anche allo sbiancamento laser con l’utilizzo di gel appositi.

Prevenzione per i denti gialli

Un’alimentazione ricca di caffè, liquirizia, sostanze colorate, caramelle gommose sono la causa frequente dell’ingiallimento dei denti. Quando si finisce di consumare questi alimenti è buona abitudine ricorrere all’utilizzo di spazzolino e dentifricio per la rimozione di ogni residuo. Per i fumatori il consiglio è di ridurre notevolmente il numero delle sigarette nell’arco della giornata o ancora meglio, smettere di fumare. La prevenzione è sempre importante e gli specialisti infatti, raccomandano un’accurata igiene orale quotidiana con l’utilizzo di spazzolino, dentifricio almeno tre volte al giorno e filo interdentale una volta al giorno a cui associare regolari visite dal tuo dentista di fiducia. 

Marco Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *