Il paralume: come scegliere quello giusto? Quanto costa? Dove acquistarlo?

Quando si tratta di arredare la nostra casa è importantissimo scegliere al meglio ciò che più ci piace. Il paralume non fa eccezione, anzi! Si tratta di un accessorio fondamentale per dare ai nostri ambienti lo stile che più ci rispecchia. Ma come scegliere quello più giusto? E quali sono i prezzi? Dove, inoltre, possiamo acquistarlo? Facciamo un po’ di chiarezza!

Il paralume, le regole generali per scegliere correttamente

Per scegliere nella maniera migliore il paralume più adatto alle nostre esigenze la prima cosa da seguire è la cosiddetta “regola dei due terzi”. Di cosa si tratta? In base a questa, per creare la giusta armonia, il paralume deve avere un’altezza pari ai 2/3 della lampada stessa.

Il paralume, poi, deve avere una larghezza adeguata a quella che è la dimensione della base di cui disponiamo. Naturalmente più questa sarà larga più sarà necessario che anche il paralume lo sia altrettanto. Non avrebbe senso e sarebbe poco armonico un oggetto di questo tipo che si dimostrasse troppo piccolo o eccessivamente grande. Consideriamo, poi, che la lampadina dovrebbe distare dal paralume almeno 4 centimetri per evitare un surriscaldamento eccessivo della superficie. Nella parte superiore, poi, deve essere presente un’apertura sufficientemente ampia da garantire una corretta dissipazione del calore creato dalla lampada.

Diverse forme e materiali tra cui scegliere

Se quelle appena elencate sono regole generali, per scegliere il paralume ideale dovremo tenere in considerazione anche le diverse forme presenti sul mercato e i vari materiali. Partendo con le forme, tra le più diffuse si collocano quelle coniche. Dato l’aspetto “morbido” che li contraddistingue, questi sono ideali se disponiamo di basi rotonde e per ambienti classici e tradizionali.

Per un abbonamento più moderno, invece, è meglio optare per una forma cilindrica e per basi prevalentemente squadrate. Sempre per questi ambienti risultano perfetti i paralumi cinesi grazie alla loro spigolosità. Dobbiamo arredare ambienti raffinati e ricercati? Allora la scelta migliore è un paralume impero, simbolo di eleganza e che ben si sposa con basi tondeggianti. I paralumi ovali sono i più classici in assoluto, ideali per dare un tocco di eleganza in più ad ogni tipologia di ambiente di casa.

Per quanto riguarda i materiali, la scelta del paralume migliore è importante per creare la giusta intensità di luce. Dal tipo di materiale, infatti, dipende la capacità di illuminare dei vari paralumi. Cotone e lino sono tra i più utilizzati: ideali per ambienti più “rustici” si sposano bene alle necessità di chi desidera illuminare delicatamente le stanze. Un paralume di carta è sinonimo di leggerezza ed è ideale per illuminare in maniera rilassante gli ambienti. Per gli ambienti moderni i prodotti in PVC, specie se traforati, sono la soluzione migliore dal momento che è possibile creare piacevoli giochi di luce.

Quanto costa e dove si acquista

Per acquistare un paralume non è necessario effettuare una spesa eccessiva. Il prezzo medio, infatti, parte da poche decine di euro fino a 70-80 euro. Gli esemplari più ricercati, invece, sono i più costosi ed in questo caso la cifra da spendere può tranquillamente aggirarsi attorno ai 200 euro.

Dove acquistare? Anche in questo caso dipende dalle esigenze di ognuno. Online si trovano tantissime offerte per acquistare un paralume per la nostra casa. Di contro, accanto a prezzi più convenienti vi è il fatto che non è possibile vedere dal vivo il prodotto che si sta acquistando. Ecco perché, a volte, recarsi presso un negozio di arredamenti per la casa potrebbe essere la soluzione da privilegiare.

Danila Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *