Imprese: tutto quello che c’è da sapere per risparmiare su luce e gas

Tutte le imprese devono fare i conti con il problema del contenimento dei costi aziendali, soprattutto per quanto riguarda le spese relative alle bollette energetiche.

Spesso risparmiare su luce e gas è una vera e propria priorità, per avere maggiori risorse da destinare ad attività produttive più profittevoli e inquinare meno adottando un approccio più green e sostenibile.

Allo stesso tempo, è fondamentale scegliere la fornitura gas e luce più adatta, in grado di soddisfare il proprio fabbisogno energetico garantendo un ridotto impatto ambientale e un buon risparmio sui costi in bolletta. Per ottenere risultati importanti, è essenziale prendere una decisione consapevole, per gestire in maniera più efficiente i servizi energetici e utilizzare in modo responsabile l’energia in azienda.

Perché è importante scegliere la fornitura luce e gas giusta?

Nelle utenze luce e gas il prezzo dell’energia può incidere fino al 30-35% dell’importo totale, mentre il resto è composto da una serie di oneri stabiliti dall’Autorità, perciò sono uguali per tutti i fornitori del mercato libero. Per questo motivo è fondamentale individuare un’offerta vantaggiosa, in quanto anche un piccolo risparmio sul costo della quota energia può garantire una riduzione notevole della spesa alla fine dell’anno.

Inoltre, è importante scegliere fornitori in grado di adattarsi alle specifiche esigenze energetiche, come per esempio Axpo, che mette a disposizione luce e gas per la tua impresa con la possibilità di richiedere offerte su misura, disegnate con precisione in base al tuo fabbisogno aziendale. La compagnia, uno dei principali player nel mercato libero in Italia, propone inoltre un servizio che valorizza le fonti rinnovabili e prevede soluzioni che promuovono il risparmio energetico per tutelare l’ambiente e le risorse economiche dell’impresa.

Una fornitura personalizzata permette di scegliere il servizio più adatto a seconda dei propri consumi energetici, con offerte ad hoc studiate appositamente per grandi aziende, PMI, professionisti, artigiani o esigenze particolari. Una fornitura green, invece, consente di ridurre l’impronta di carbonio, per migliorare la sostenibilità ambientale dell’azienda diminuendo le emissioni di gas serra senza essere costretti a realizzare degli investimenti impegnativi.

Come scegliere la tariffa gas e luce migliore

Per risparmiare su consumi energetici è indispensabile sottoscrivere la fornitura più vantaggiosa, tuttavia non bisogna valutare soltanto il prezzo dell’energia ma anche il tipo di tariffa. Per quanto riguarda la bolletta del gas è possibile scegliere tra soluzioni a prezzo fisso o indicizzato, nel primo caso con un costo dell’energia che non cambia per un certo periodo, in genere 12 o 24 mesi, nel secondo con un prezzo del gas naturale allineato con l’andamento del valore di mercato.

Questo tipo di tariffe si possono trovare anche per la fornitura dell’energia elettrica, con la possibilità di proteggersi contro gli imprevisti con il prezzo fisso garantito, oppure cercare di sfruttare le oscillazioni del costo dell’energia sul mercato con il prezzo indicizzato. Le utenze elettriche inoltre possono essere differenziate in base alla fascia oraria, infatti alcune imprese propongono la possibilità di scegliere tra tariffe monorarie, biorarie e triorarie.

Le tariffe monorarie prevedono un prezzo dell’energia che non cambia durante la giornata, una soluzione indicata per le aziende con consumi elevati soprattutto negli orari di picco, ovvero dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19.

Le tariffe triorarie offrono una contabilizzazione dell’energia differenziata nelle tre fasce orarie, con prezzi più alti nei giorni feriali dalle 8 alle 19, costi più bassi di sera dalle 19 alle 23, di mattina dalle 7 alle 8 e il sabato, con una spesa ancora più vantaggiosa per i consumi notturni dalle 23 alle 7 e nei giorni festivi.

Infine, esistono anche tariffe biorarie o peak/off-peak, forniture con un prezzo più elevato per i consumi che avvengono nei momenti di picco (dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19) e più conveniente per l’energia usata negli orari e nelle giornate fuori picco, quindi di sera, di notte e nei giorni festivi. La selezione della tariffa corretta deve essere presa con attenzione, poiché la decisione giusta aiuta ad ottimizzare l’importo in bolletta e usufruire di un risparmio economico e ambientale significativo.

Marco Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *