Assicurazione sulla vita: caratteristiche e vantaggi della polizza temporanea caso morte

Le assicurazioni sulla vita permettono di tutelare i beneficiari identificati in sede contrattuale in caso di morte, malattia grave o invalidità del contraente.

Con la stipula del contratto, l’assicurato si impegna a pagare un premio il cui ammontare varia in base a una serie di fattori, tra cui innanzitutto il tipo di assicurazione scelto.

Nel momento in cui si verifica uno dei casi individuati nel contratto, la Compagnia assicurativa deve versare ai beneficiari la somma pattuita, sotto forma di rendita periodica o di capitale unico, secondo i tempi e i modi concordati.

Tra le assicurazioni sulla vita rientra la polizza temporanea caso morte o TCM, una forma particolare e vantaggiosa di assicurazione che viene stipulata per un periodo di tempo ben definito.

Che cos’è la polizza temporanea caso morte

Come si legge anche sul sito di Helvetia, realtà di riferimento del settore, la polizza temporanea caso morte è un’assicurazione sulla vita che prevede come garanzia principale il pagamento di un capitale a favore di uno o più beneficiari laddove si verificasse il decesso dell’assicurato.

A questa garanzia possono esserne aggiunte altre, come quelle che prevedono il riconoscimento di un capitale anche allo stesso assicurato in caso di invalidità permanente o di malattia.

La formula temporanea indica un tipo di polizza che presenta una durata, che identifica anche il periodo di tempo coperto dall’assicurazione, stabilita in sede di contratto dalle due parti.

A quanto ammonta il premio assicurativo e chi la può sottoscrivere

Come avviene con tutte le tipologie di assicurazioni sulla vita, il premio dell’assicurazione varia in base alla situazione specifica del contraente.

In particolare, i fattori principali che influenzano l’ammontare della somma da versare all’assicurazione sono l’età dell’assicurato, il suo stato di salute e l’attitudine al fumo. Anche il tipo di attività professionale svolta e gli sport praticati, venendo considerati quali fattori di rischio, possono modificare il valore del premio.

Altri elementi che influiscono sul premio da versare sono l’ammontare del capitale assicurato, e la durata complessiva del contratto. I siti ufficiali di alcune compagnie assicurative permettono di calcolare in modo rapido, veloce e immediato l’entità complessiva del premio.

In base alla compagnia assicurativa scelta, infine, ci sono specifici limiti massimi d’età per la stipula della polizza temporanea caso morte.

TCM: quali vantaggi offre?

La polizza temporanea caso morte è un’assicurazione molto vantaggiosa non solo per quanto riguarda l’ammontare del capitale con il quale l’assicurato sarà certo di poter tutelare i propri affetti in caso di decesso improvviso o sé stesso in caso di infortunio o malattia grave, ma anche per le interessanti agevolazioni fiscali.

In sede di dichiarazione dei redditi, infatti, presentando l’apposita documentazione, è possibile detrarre il 19% dell’ammontare dei premi versati, fino a un tetto massimo di 530 euro.

Un altro grande vantaggio è offerto dal fatto che le polizze caso morte non rientrano nell’asse ereditario: questo significa che permettono di tutelare i beneficiari scelti in sede contrattuale senza che gli eredi, se diversi da questi, possano appropriarsi del capitale.

Come fare per sottoscrivere un’assicurazione vita temporanea caso morte

Questo tipo di polizza può essere stipulato rivolgendosi alla Compagnia assicurativa di proprio interesse, la quale provvederà a fornire tutte le informazioni utili per decidere se procedere con la sottoscrizione.

In alcuni casi al richiedente, verrà somministrato un questionario con domande relative allo stato di salute, alla professione e alle attività sportive svolte. Può essere richiesta anche una visita medica obbligatoria.

Marco Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.