Aurore boreali: in quali paesi si possono ammirare? In quale periodo dell’anno?

L’aurora boreale con i suoi colori affascina chiunque, ma di cosa si tratta nel senso scientifico del termine ? E’ un fenomeno naturale dell’atmosfera terrestre, realizzato attraverso le particelle energetiche emanate dal Sole che entrano in urto con i gas presenti nell’atmosfera. Inizialmente, gli scienziati pensavano che si trattasse dei riflessi dei raggi solari su vasti iceberg che galleggiavano negli oceani polari. Oggi, sappiamo che non è affatto così grazie all’astronomo inglese Richard Christopher Carrington.

Appare sbagliato definirle semplicemente boreali perché questo fenomeno non interessa solamente l’emisfero boreale della Terra ma anche quello australe: è più corretto, quindi, parlare di aurora polare.

Miti e leggende

Sono diversi i miti e le leggende legati a questo fenomeno, intriso di incanto. In Finlandia, infatti, l’aurora boreale si chiama revontulet, che tradotto letteralmente significa fuochi della volpe e fa riferimento a un antico mito secondo il quale l’aurora boreale è causata da una volpe magica. La volpe, in ritardo per il festival invernale, correva veloce fra le montagne piene di neve quando stanca di tenere in alto la coda, iniziò a urtare con essa la neve, provocando delle scintille che volando in alto nel cielo diedero vita all’aurora boreale, o meglio, ai fuochi della volpe!

Moltissime popolazioni eschimesi credono, invece, nella leggenda secondo la quale l’aurora boreale sarebbe causata dagli spiriti dei defunti che giocano a pallone nel cielo con la testa o il teschio di un tricheco.

In ogni caso, si tratta di magia: la magia della fisica.

Il fascino dell’aurora

Tipica dei Paesi del Nord, è caratterizzata da lampi di colore verde e rosso. Ovviamente, il momento migliore per poterla osservare è il crepuscolo o durante la notte. Chi l’ha vista descrive lampi di luce verde che danzano nel cielo e cambiano in continuazione assumendo forme fantastiche. Inoltre, si possono avvertire anche dei suoni, dei sibili che l’accompagnano.

Ma perché si possono osservare solo in alcuni paesi? Secondo gli scienziati ciò dipende dalla minore protezione magnetica di determinate regioni. Ciò permetterebbe al vento solare di entrare in contrasto con il campo magnetico della terra.

In quali paesi si possono ammirare?

Questi splendidi giochi di luce sono tipici dell’Islanda e della Norvegia dove si va proprio a caccia dell’aurora boreale. Non solo. l’aurora può essere vista in Groenlandia, Alaska, Canada del Nord, Russia, Finlandia e Svezia. 

  • Abisko in Svezia: uno dei posti più belli al mondo per osservare l’aurora boreale. L’Aurora Sky Station è ideale per l’osservazione in quanto situato sulla cima del monte Nuolja a più di 1000 metri d’altezza;
  • Reykjavik in Islanda: in particolare, lungo la costa dell’Isola Grotta, che è frequentata spesso anche dagli islandesi;
  • Isola Skye in Scozia;
  • Yukon in Canada: un luogo che offre numerose gite, escursioni e attività legate a questo fenomeno;
  • Murmansk in Russia.

Quest’esperienza mozzafiato può durare alcuni minuti o l’intera notte, anche con la luna piena. Il periodo migliore per ammirarla è tra febbraio e marzo e tra settembre e ottobre più o meno in coincidenza degli equinozi, tra le 22.00 e le 23.00. 

Danila Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.