Specialistica scienze dell’educazione: quali percorsi formativi comporta? Quanto durano?

Scegliere il percorso universitario non è affatto semplice e occorre fare molte attenzione alle numerose possibilità offerte dal panorama contemporaneo. Per chi ad esempio ha scelto un percorso di laurea triennale in scienze dell’educazione e si ritrova ora a dover decidere in merito a un successivo percorso specialistico universitario, le possibilità sono molteplici e diverse. Vediamole insieme.

Scienze dell’educazione: percorsi laurea specialistica

Dopo aver ottenuto una laurea triennale in scienze dell’educazione è possibile scegliere tra diversi percorsi specialistici in base alle proprie attitudini, ai propri sogni e alle aspettative di carriera. In particolare, spiccano le seguenti specialistiche.

Scienze pedagogiche

Questo percorso di laurea magistrale, della durata di 2 anni, affronta un insieme di discipline inerenti proprio alla pedagogia, ovvero la scienza che si occupa delle tecniche di formazione ed educazione.

Conseguendo questo tipo di laura specialistica è dunque possibile ottenere la qualifica di pedagogista: una figura professionale correttamente preparata in merito al processo educativo-formativo.

A livello lavorativo, il laureato in scienze pedagogiche può accedere all’insegnamento di diverse classi di concorso. Oppure lavorare come dipendente o libero professionista presso centri di formazione, scuole, università, servizi sociali, servizi alla cultura, enti locali, penitenziari, servizi di prevenzione ASL o presso diverse aziende.

Programmazione e gestione dei servizi educativi

Questa particolare laurea specialistica, della durata sempre di 2 anni, permette di ottenere una formazione teorico-pratica nell’ambito delle discipline delle scienze dell’educazione e della formazione. Il tutto con una particolare attenzione ai settori dell’analisi, progettazione e intervento educativo, nonché della programmazione e organizzazione delle risorse formative e dei servizi educativi.

Durante il percorso di studi vengono affrontate diverse discipline pedagogiche, psicologiche, sociologiche inerenti l’organizzazione e la gestione dei servizi e dei sistemi educativi, sviluppando così abilità avanzate per la futura professione.

Al termine di questo percorso, è possibile trovare occupazione presso servizi educativi e formativi nell’ambito delle strutture pubbliche e private; oppure presso uffici per le politiche educative e formative di Enti Locali.

Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua

Un corso di laurea specialistica di questo tipo, che anche in questo caso presenta una durata di 2 anni, è un percorso che coinvolge l’ambito della pedagogia, delle risorse umane e, allo stesso tempo, le capacità di gestire ed organizzare le imprese con relativa legislazione.

Si tratta di un corso di studi volto alla formazione di una figura con una preparazione orientata a sua volta alla formazione di altre figure professionali adulte che possano esercitare in Italia e all’estero e che siano sempre più aderenti alle richieste del mondo del lavoro.

Questa specialistica offre diversi sbocchi lavorativi in molteplici ambiti di applicazione come enti pubblici e privati, associazioni che offrono informazione-orientamento, servizi di formazione, animazione educativa e socio-culturale, o in servizi alle imprese o per l’impiego.

Scienze dell’educazione: scegliere la giusta specialistica

Nel momento in cui bisogna scegliere il proprio percorso specialistico universitario non esiste una formula magica per non fare errori. Occorre perciò prestare attenzione a diversi fattori: la propria attitudine, ciò che si vorrebbe fare in futuro in termini di carriera, le materie per le quali si è più portati e ciò per cui si è veramente disposti a dedicare la propria carriera professionale.

 

Danila Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.